Un archivio regionale... o meglio cantonale!

Il cantone di Neuchâtel e il suo archivio esterno Gli ospedali del cantone svizzero di Neuchâtel hanno scelto di installare nel 2011 un PACS Telemis per collegare tutti i sette centri in un'unica rete di diagnostica per immagini. Il progetto prevede il recupero di un archivio PACS già esistente e l'installazione di un archivio cantonale per memorizzare in un unico posto, protetto e decentralizzato, tutte le immagini diagnostiche prodotte a partire dal 2004. Attualmente, oltre nove anni di esami radiologici, di medicina nucleare e radioterapia (DICOM-RT) sono stati trasferiti dalle strutture ospedaliere al Centre Electronique de Gestion di Neuchâtel, liberamente accessibile a tutti gli ospedali pubblici del cantone. Il Centre Electronique de Gestion di Neuchâtel (CEG) ll Centre Electronique de Gestion di Neuchâtel (CEG) "Il Centre Electronique de Gestion (CEG) è la sede informatica della città di Neuchâtel", spiega Daniel Crevoisier, Direttore del CEG. "Le sue attività spaziano dalla gestione di progetti tecnici di installazione alla manutenzione dei sistemi. Il cantone di Neuchâtel è provvisto di una rete che mette in comunicazione tutti gli edifici degli enti pubblici territoriali attraverso una connessione a banda larga (1Gb/s)". Da due anni, il CEG ospita l'archivio completo delle immagini diagnostiche del cantone, di cui ogni giorno viene realizzata una copia conservata all'esterno dell'edificio al fine di garantire la salvaguardia dei dati. Il CEG ospita inoltre il server TM-Publisher Web, che consente la diffusione delle immagini a beneficio dei medici che non esercitano negli ospedali ed estende il concetto di ospedale filmless a quello di regione filmless! Perché un archivio centralizzato ed esterno alle strutture? L'obiettivo principale è quello di ridurre i rischi relativi all'archiviazione e semplificare la manutenzione dei sistemi nei siti periferici grazie a un sistema centralizzato al CEG e al tempo stesso distribuito localmente mediante il salvataggio temporaneo degli ultimi mesi di archivio. In caso di indisponibilità di uno dei tre server, all'utente rimangono altre due possibilità per accedere alle immagini. Christian Isch, Responsabile del progetto PACS a Neuchâtel, conferma: "Questo sistema di sicurezza fa sì che le operazioni di manutenzione dell'hardware e della rete non comportino alcun disagio per l'utente. Gli utenti non si sono neanche accorti degli sporadici arresti programmati, necessari per lo sviluppo dell'infrastruttura!" Il bilancio? Fabrizio De Biase, Responsabile del progetto tecnico PACS del CEG, conclude: "Il bilancio è eccellente.L'architettura orientata alla semplicità e all'efficacia conferma ogni nostra aspettativa". 29/03/2013

Telemis, l’azienda specializzata in immagini diagnostiche espande la sua presenza europea aprendo la filiale Svizzera.

La nuova struttura si occuperà del supporto e della commercializzazione di sistemi PACS in Svizzera. Telemis, l’azienda specializzata in soluzioni per il trattamento di immagini diagnostiche PACS (Picture Archiving and Communication System), ha ulteriormente ampliato la sua presenza sul territorio europeo con l’apertura di una nuova filiale in Svizzera. Situata a Neuchâtel, Telemis SA/AG è stata creata per rispondere meglio alle crescenti richieste di soluzioni PACS da parte di organizzazioni pubbliche e private impegnate nel settore della sanità. I nuovi uffici svizzeri si affiancano alle altre filiali europee già esistenti in Belgio, Francia, Italia e Lussemburgo, a distanza di due anni dall’inizio delle attività di Telemis sul territorio elvetico. Durante questo periodo, un sempre maggior numero di professionisti della sanità in Svizzera, tra cui radiologi e medici, hanno cominciato a utilizzare in sistemi Telemis-Medical nelle loro attività quotidiane per accedere, analizzare, confrontare e condividere esami radiografici e immagini diagnostiche per medicina nucleare. Sin dall’inizio delle sue attività Telemis ha offerto alle strutture sanitarie svizzere pubbliche e private una gamma completa di tecnologie per il trattamento di immagini, tra cui le soluzioni per il trattamento delle immagini diagnostiche e radiologiche PACS e RIS (Radiology Information System). Uno dei primi successi ottenuti dall’azienda fu l’installazione di un sistema PACS per dare la possibilità ai medici di base nel cantone svizzero di Neuchâtel di accedere direttamente ai dati radiologici dei pazienti mediante un portale web sicuro. Di conseguenza, l’utilizzo di lastre, carta e CD-ROM in quella zona è stato pressoché eliminato. La nuova filiale supporterà il crescente numero di attività svolte da Telemis in Svizzera garantendo al contempo il massimo livello di servizio sia ai clienti esistenti, sia a quelli nuovi. L’amministratore delegato (CEO) di Telemis, Stephane Ketelaer, commenta: "La nuova organizzazione svizzera sottolinea il nostro impegno per lo sviluppo di questo mercato, che è diventato sempre più importante nel corso degli ultimi due anni. L’apertura della nuova filiale è anche coerente con la nostra strategia di espansione internazionale testimoniata dai successi ottenuti in Belgio, Francia, Lussemburgo e Italia, che ci ha permesso di attivare i nostri sistemi in oltre 180 siti." Anche i clienti di Telemis sono felici di questa notizia, come conferma la dott.sa Anne-Françoise Roud, direttore sanitario di Hôpital neuchâtelois "Sono contenta che Telemis abbia scelto di aprire un ufficio un Svizzera. Pur disponendo dei moderni sistemi di comunicazione, la vicinanza fisica tra clienti e fornitori è un aspetto apprezzato per creare una forte relazione di partnership. E sebbene le soluzioni che abbiamo scelto siano già pienamente operative, una presenza attiva di Telemis direttamente in Svizzera contribuirà sicuramente a rafforzare la continuità della nostra relazione e aiuterà anche a far evolvere la nostra realizzazione integrando tante piccole funzioni che soddisfano le specifiche e particolari esigenze richieste dal mercato svizzero." Christian Isch, Project Manager dei sistemi PACS/RIS di Hôpital neuchâtelois, aggiunge: "Con Internet e le connessioni remote, la vicinanza fisica con il fornitore sembrerebbe un aspetto marginale quando si deve fornire un servizio di manutenzione. Comunque, la scelta di aprire una filiale mostra come Telemis voglia rafforzare ulteriormente i suoi legami con la Svizzera per offrire quel contatto umano che in molte occasioni fa una grande differenza." 24/01/2013

Telemis presenta il software PACS 4.4 di nuova generazione.

Le nuove caratteristiche incentrate su 'Facilità' & 'Ubiquità' facilitano il confronto, la condivisione e l'accesso in mobilità Telemis, azienda specializzata in soluzioni per il trattamento di immagini diagnostiche, presenta la nuova versione del suo ben noto sistema per la memorizzazione e comunicazione di immagini PACS (Picture Archiving and Communication System) in occasione della fiera e congresso Journées Françaises de Radiologie (JFR) di Parigi. Il software Telemis-Medical PACS versione 4.4 comprende ora funzioni potenziate per semplificare il confronto con immagini acquisite precedentemente e migliorare la condivisione di informazioni, insieme a nuove funzioni che supportano l'accesso tramite dispositivi mobili. La nuova versione 4.4 di PACS sviluppata da Telemis è stata sviluppata intorno a due concetti chiave: 'Facilità' (Easy) e 'Ubiquità' (Everywhere). Facilità: Da molti anni ormai, Telemis ha evidenziato la sue funzionalità di confronto tra esami dello stesso tipo, e di modalità diverse. La nuova versione comprende una funzione di confronto istantaneo che semplifica la valutazione del paziente, velocizza le osservazioni oncologiche e i relativi follow-up, e aiuta con le interpretazioni comparative in terapia intensiva. Ubiquità: L'accesso remoto alle immagini mediante la teleradiologia o attraverso un semplice consulto con il medico di base è già una realtà quotidiana per molti utilizzatori di Telemis PACS. La versione 4.4 aggiunge un'altra serie di novità significative in termini di capacità di visualizzazione e streaming delle immagini catturate e dei referti. Inoltre, l'aggiornamento del sistema TM-Publisher Web - una soluzione regionale per la distribuzione delle immagini - ora supporta un'interfaccia ottimizzata per i tablet, tra cui gli iPad 3 e i dispositivi basati su Android 4.0. Telemis ha anche introdotto importanti miglioramenti nel campo delle ricostruzione multiplanare (MPR) e della sovrapposizione di immagini di tomografia computerizzata e ad emissione di positroni (PT / CT) usate nella medicina nucleare. Inoltre, una nuova modalità "pausa" permette al radiologo di sospendere e riprendere facilmente il lavoro, offrendo una maggiore flessibilità nella gestione delle interruzioni, ad esempio per rispondere a richieste di colleghi o per svolgere altre attività correlate. L'amministratore delegato (CEO) di Telemis, Stephane Ketelaer, ha affermato: "La possibilità per medici e specialisti di accedere, condividere e confrontare rapidamente e facilmente file, immagini e video da qualunque luogo e usando qualunque tipo di dispositivo velocizza la diagnosi e il trattamento del paziente. Le funzioni supplementari inserite nella versione 4.4 di Telemis-Medical PACS soddisfano queste necessità, rendendo più semplice allo staff medico svolgere le attività che sanno fare meglio." Come gli scorsi anni, Telemis coglie occasione della manifestazione Journées Françaises de Radiologie per presentare i suoi più recenti prototipi dei prodotti in corso di sviluppo e le tecnologie avanzate sulle quali sta lavorando. I visitatori avranno l'opportunità di condividere le loro opinioni con gli specialisti di Telemis impegnati nella ricerca e sviluppo, discutere dei vantaggi offerti dalle soluzioni presentate e votare per le tecnologie e i prototipi più apprezzati. Telemis inserirà verosimilmente nelle prossime versioni di PACS le tecnologie presentate quest'anno che riceveranno il maggior numero di voti durante l'evento. 19/10/2012

Decimo anno consecutivo in attivo per Telemis, che continua a sviluppare ed espandere la tecnologia PACS.

Telemis, azienda specializzata in soluzioni per il trattamento di immagini diagnostiche, ha comunicato oggi di aver chiuso in attivo il bilancio per il decimo anno consecutivo, un risultato frutto del successo della sua strategia di espansione in Europa e dei continui investimenti in attività di ricerca e sviluppo. L'utile netto consolidato dell'anno fiscale 2011 - 2012 è stato di € 587.649, a fronte di un fatturato consolidato di € 7.515.194, in crescita rispetto ai € 6.841.952 fatti registrare l'anno precedente. L'azienda ha continuato a lavorare con un livello minimo di debito iscritto a bilancio, grazie a un totale dell'attività di oltre € 10,3 milioni e una riserva di liquidità di € 4,4 milioni. Il prodotto di punta di Telemis, il sistema per la memorizzazione e comunicazione di immagini PACS (Picture Archiving and Communication System) ora supporta anche formati video in alta definizione e permette di realizzare soluzioni integrate per la condivisione, l'archiviazione, il recupero e la modifica di immagini digitali, video in alta definizione e altri tipi di file multimediali. Telemis ha anche aggiunto un sistema di archiviazione dati basato su tecniche "cloud" alla sua gamma di servizi offerti alla clientela. Integrato nella versione 4.3 del sistema Telemis-Medical PACS, questa tecnologia offre una soluzione per l'archiviazione e l'accesso sicuro ai dati di immagini diagnostiche PET/CT rispettando tutte le esigenze e normative sul trattamento dei dati dei pazienti definite dalle varie autorità locali e nazionali. I risultati ottenuti sono stati comunicati durante la recente assemblea degli azionisti da Stephane Ketelaer, CEO del gruppo Telemis, che ha affermato: "Grazie alla solidità del nostro bilancio e alla continuità dei risultati finanziari positivi ottenuti, Telemis si trova in ottima posizione per proseguire nella sua strategia di crescita ed espandersi in nuovi mercati. L'azienda sta valutando un'ulteriore espansione geografica delle sue attività nel corso del 2012-2013, visto che la domanda per la gamma di innovative soluzioni medicali da noi proposte rimane forte". Per quanto riguarda la ricerca e sviluppo, Telemis è impegnata in un nuovo programma di investimento quinquennale dedicato a migliorare la sua architettura PACS. L'obiettivo è il miglioramento della soddisfazione dei clienti e la realizzazione di migliori funzionalità che aiuteranno medici e personale sanitario a lavorare insieme in modo ancora più efficiente. 08/08/2012

Pagine

Subscribe to telemis.com RSS