Determinazione del ferro e del tessuto adiposo epatico... con il PACS?

Il sovraccarico di ferro epatico può essere correlato a emocromatosi, un'anomalia ereditaria responsabile di eccessivi depositi di ferro nell'organismo. Le complicanze possono essere gravi (cirrosi, epatocarcinoma ecc.): per questo motivo l'individuazione e il trattamento precoci sono essenziali. La diagnosi di tale anomalia è tanto più complessa in quanto la malattia è asintomatica e per molti anni confermabile esclusivamente con biopsia epatica. Il progresso delle tecniche di imaging Sebbene la genetica abbia permesso la diagnosi della maggior parte delle emocromatosi, resta il problema delle forme atipiche. Per la sua sensibilità alla presenza di ferro, la tomografia a risonanza magnetica (MRI) ha oggi compiuto un importante passo avanti verso la determinazione accurata del ferro presente a livello epatico. Viene analizzata la riduzione del segnale generato dal fegato sulle sequenze di tipo gradient echo con tempi di echo crescenti e utilizzando come riferimento i muscoli paraspinali. E stato dimostrato che la risonanza magnetica può fornire una determinazione dell'accumulo di ferro a livello epatico equivalente a quella fornita dalla biopsia. Il Professor Yves Gandon del Centro Ospedaliero Universitario di Rennes E questo studio, e il passaggio dalla teoria alla pratica, che ha appassionato il Professor Yves Gandon, da oltre 15 anni Direttore Medico del dipartimento di Medical Imaging del Centro Ospedaliero Universitario di Rennes. Non soddisfatto di convalidare clinicamente queste tecniche, ha egli stesso sviluppato gli algoritmi informatici che permettono di automatizzare il calcolo. In pratica, il radiologo deve posizionare cinque regioni di interesse sull'immagine MRI per generare direttamente le relative curve. Un sito Web permette già di procedere al calcolo online. Sono sufficienti solo pochi minuti per stabilire la connessione a Internet e al sito, effettuare le misurazioni e ottenere il risultato. Cosa centra il PACS in tutto questo? L'installazione del nuovo PACS Telemis-Medical presso il Centro Ospedaliero Universitario di Rennes ha permesso di agevolare e ottimizzare le operazioni. Grazie alla collaborazione tra il Centro e Telemis, il Professor Gandon ha potuto creare una versione plug-in dell'algoritmo per il suo PACS. In termini concreti, tutti gli utenti del PACS possono semplicemente selezionare l'immagine desiderata e fare clic sul collegamento "IronByMr". Il resto dell'operazione di aggiornamento, di caricamento del plug-in e delle immagini è completamente automatico e non richiede tempo o intervento manuale. E sufficiente posizionare le regioni di interesse per visualizzare e integrare nel PACS i risultati grafici. Viene inoltre visualizzato un report sotto forma di bozza. Tutti i PACS Telemis? Per promuovere la diffusione di questo strumento nell'ambito della comunità medica, il Prof. Gandon ha deciso di rendere disponibile il suo plug-in a tutti i clienti Telemis. "Basta recarsi sul sito www.ironbymr.fr e seguire le istruzioni", commenta il Professore. "In questo modo tutti i radiologi utenti di Telemis possono ora utilizzare l'algoritmo per determinare la concentrazione di ferro e grasso epatico (1,5 T e 3 T) con la stessa facilità dei radiologi del Centro di Rennes". 01/05/2014

Prima giornata regionale sulla teleradiologia - Bretagna.

Il 16 gennaio scorso gli operatori sanitari si sono ritrovati per discutere i progressi compiuti in Bretagna nel campo della teleradiologia, un settore la cui la sfida principale è costituita dalla continuità assistenziale. La giornata è stata dedicata a presentazioni e reportage video su progetti già operativi al momento, quali i sistemi di teleradiologia implementati tra Douarnenez e Quimper. Parallelamente si sono svolte sessioni di scambio e condivisione delle informazioni su diversi temi, tra cui l'installazione del sistema PACS Telemis tra il centro ospedaliero universitario di Rennes e i centri ospedalieri di Fougeres, Redon e Vitré, oltre che sulla collaborazione tra pubblico e privato nel territorio di Saint Malo.L'iniziativa "GCS e-Santé Bretagne" ha ricevuto riscontri senz'altro positivi, tanto che i partecipanti hanno già fissato l'appuntamento per la seconda edizione. 03/02/2014

RSNA : 15a partecipazione.

Telemis presenta la nuova versione 4.6 del PACS al congresso RSNA (Radiological Society of North America) di Chicago. Fin dalla sua istituzione nel 1999, Telemis ha voluto affermare la propria posizione di attore internazionale nell'ambito dei sistemi PACS. Questo congresso offre l'occasione per discutere di nuovi progetti con i clienti e i potenziali clienti in un ambiente lontano dalla intensità che caratterizza quotidianamente il mondo medicale. Appuntamento tra qualche giornio a Chicago! (McCormick Place, stand 1802, dal 30 novembre al 5 dicembre 2014)  

Il software PACS Telemis di prossima generazione ancora più veloce e completo di potenti strumenti di misurazione e comunicazione.

La versione 4.5 della piattaforma di comunicazione e archiviazione leader del settore presentata in occasione dell'evento JFR 2013 Telemis, azienda specializzata in soluzioni di imaging medicale, ha presentato la nuova versione del suo apprezzato software PACS (Picture Archiving and Communication System). Telemis-Medical PACS versione 4.5 migliora la velocità e la precisione diagnostica e integra potenti strumenti di misurazione, monitoraggio e confronto tra i dati delle misurazioni nel tempo. Il nuovo software amplia inoltre il supporto offerto per le attività di collaborazione grazie a efficienti e sicure funzionalità di trasmissione e condivisione delle immagini medicali in formato digitale. Lanciato in occasione della manifestazione Journées Françaises de Radiologie (JFR) a Parigi, Telemis-Medical PACS versione 4.5 mette a disposizione degli utenti nuovi strumenti per il monitoraggio e il confronto delle misure eseguite sulle aree lesionate, oltre a tecniche migliorate di co-registrazione di più immagini. Importanti anche i miglioramenti apportati all'accesso al database e allo streaming delle immagini, ora ancora più veloci. L'ultima versione della piattaforma introduce un nuovo concetto di scambio delle immagini integrato e semplice tra strutture dotate di Telemis PACS. Velocità: Velocità e prestazioni sono criteri importanti per ospedali, cliniche e ambulatori medici che desiderano migliorare l'efficienza e la precisione diagnostica mediante l'uso di una piattaforma PACS. Con Telemis-Medical PACS versione 4.5, Telemis ha significativamente migliorato velocità e reattività, puntando a ottimizzare il database e l'indicizzazione dei contenuti. La visualizzazione di grandi volumi di immagini è ora più rapida grazie alla nuova tecnologia di server streaming per grandi volumi di immagini, mentre il modulo "TM- Prefetcher" consente di precaricare le immagini su una console da un archivio PACS regionale. La versione 4.5 integra inoltre miglioramenti alla soluzione di distribuzione delle immagini regionale TM-Publisher Web che consente l'accesso sicuro via Internet a immagini e dati. Le nuove caratteristiche DICOM e la funzione di ripubblicazione permettono di accedere rapidamente a immagini e dati archiviati, eliminando la necessità per il personale medico esterno di inviare richieste specifiche per i dati più vecchi. TM-Publisher Web è compatibile con reti regionali quali la RSW (Réseau de Santé Wallon, la rete sanitaria della regione vallona). Precisione: Per facilitare le misurazioni dei progressi di una patologia, Telemis-Medical PACS versione 4.5 presenta una soluzione migliorata per il monitoraggio e il confronto dei risultati radiologici. Il confronto semplice e rapido con esami precedenti e le misurazioni di nuove lesioni possono ora essere archiviati tramite un'interfaccia intuitiva con solo pochi clic. Le funzionalità di confronto multimodali assicurano diagnosi precise, mentre la nuova interfaccia utente grafica è ottimizzata per le esigenze degli specialisti della radiologia. Comunicazione: L'ultima release del software Telemis comprende anche funzioni di comunicazione potenziate per facilitare la collaborazione tra strutture mediche diverse. Con la versione 4.5 Telemis-Medical PACS gli utenti possono comunicare con le quasi 200 cliniche e strutture mediche che utilizzano attualmente la piattaforma PACS Telemis. Per inviare in modo rapido e sicuro immagini digitali a un'altra struttura bastano tre soli clic: ciò riduce tempi e costi, oltre a eliminare la scomodità di dover trasferire le immagini su CD-ROM e inviarle con corriere espresso quando è necessario ottenere una seconda opinione o trasferire i pazienti in un'altra struttura. Stéphane Ketelaer, CEO di Telemis, ha affermato: "Oltre a offrire ai nuovi utenti PACS le innovazioni più recenti nel campo dell'archiviazione, richiamo e condivisione di immagini, la nuova versione del software Telemis-Medical PACS rappresenta anche un modo per ringraziare i clienti esistenti che si sono affidati a noi per molti anni. Telemis-Medical PACS versione 4.5 offre a tali clienti un modo semplice e sicuro di comunicare tra strutture diverse, oltre a un software veloce e ancora più potente che supporta le tecnologie più avanzate per massimizzare la precisione diagnostica". Come negli anni precedenti, Telemis ha colto l'occasione della manifestazione Journées Françaises de Radiologieper presentare i prototipi e le tecnologie più avanzate. I visitatori possono condividere le proprie opinioni con i tecnici di Telemis, discutere i vantaggi delle diverse tecnologie presentate durante l'evento e votare i propri prototipi tecnologici preferiti. Le tecnologie che riceveranno il maggior numero di voti avranno priorità ai fini dell'integrazione nelle versioni future del software Telemis-Medical PACS. 18/10/2013

Pagine

Subscribe to telemis.com RSS