L'Oftalmico passa al MACS ...

Situato a Torino, l’Ospedale Oftalmico Sperino, è un ospedale pubblico specializzato nella cura delle malattie oftalmiche. L'Ospedale Oftalmico, è "Presidio Ospedaliero Specialistico", con funzioni di riferimento Regionale per: Oftalmologia Infantile, Glaucomi, Traumatologia, Retina, Patologie Corneali, Ipovisione, Oftalmologia Plastica e Ricostruttiva". L'Ospedale è sede della Clinica Oculistica Universitaria. Dotato di un PACS Telemis da diversi anni per soddisfare le esigenze di radiologia, l'ospedale voleva espandere il suo archivio di immagini mediche ad altri reparti.

 

 

 

Ma in pratica?

La gestione dell’identità del paziente è un elemento fondamentale di un sistema MACS - Multimedia Archiving Communication System: e i dipartimenti di informatica, di biomedicina e i responsabili del progetto della Telemis collaborano insieme per espandere il concetto di work list dalla radiologia all'intero ospedale.

Gli specialisti di Telemis lavorano in un primo tempo con le equipe mediche per realizzare un inventario completo delle modalità in funzione fuori dalla radiologia e valutare la loro capacità di connessione: l’obiettivo consiste nel stabilire le priorità di ogni reparto e procedere a integrare il nuovo sistema operativo in tutti i reparti dell’ospedale.

Il monitoraggio tecnico, la formazione degli utenti nella gestione delle immagini rappresenta una parte significativa del progetto. L'approccio "all inclusive" del MACS della  Telemis, garantirà il massimo livello di soddisfazione. La disponibilità illimitata di configurazioni e le formazioni in loco degli utenti sono la migliore garanzia della soddisfazione finale del cliente!

Quali sono gli obiettivi?

Gli obiettivi dell’Ospedale Oftalmico Sperino sono molteplici:

  • Migliorare la qualità del servizio di monitoraggio del paziente estendendo l'archivio immagini a tutti i reparti dell’ospedale;

  • L'ottimizzazione e il riutilizzo degli investimenti effettuati inizialmente in radiologia per soddisfare le esigenze di tutta la comunità medica dell'ospedale e incoraggiare la condivisione delle informazioni inerenti ai pazienti;

  • Contribuire alla ricerca scientifica con la creazione di un database di informazioni mediche.

Con il sistema MACS, l’Ospedale prosegue nella direzione del paperless a tutti i reparti, iniziativa cominciata tempo fa con l’installazione del PACS come archivio unico delle immagini di radiologia. Questo sistema in rete permetterà una benefica centralizzazione di tutti documenti e esami di ciascun paziente che permetterà maggiori interazioni tra i reparti e un aumento della qualità del monitoraggio clinico” afferma il direttore sanitario Elisabetta Sardi.