La più recente versione di Telemis PACS combina la visualizzazione di immagini a 360° con nuove funzioni per la refertazione ecografica e nuove soluzioni per gestire immagini acquisite da smartphone e tablet

La versione 4.6 della ben nota piattaforma per la gestione e archiviazione di immagini diagnostiche aggiunge nuove funzioni per l'elaborazione multiplanare e la refertazione ecografica, oltre a ulteriori opzioni per la cattura e visualizzazione delle immagini

Telemis, l'azienda specializzata in soluzioni per l'elaborazione e l'archiviazione di immagini diagnostiche, ha lanciato la nuova versione del suo ben noto software PACS (Picture Archiving and Communication Systems) in occasione della manifestazione Journées Françaises de Radiologie (JFR) di Parigi. Telemis-Medical PACS versione 4.6 include funzioni avanzate per la rappresentazione di immagini mediche a 360° e la refertazione di ecografie, nonché una nuova architettura che riduce i tempi di elaborazione delle immagini. La versione 4.6 supporta anche un percorso di migrazione ad un sistema completo di archiviazione adatto a gestire contenuti multimediali di tipo MACS (Multimedia Archiving and Communication System), che spiana la strada al trattamento di immagini non in formato DICOM, ad esempio quelle raccolte tramite smartphone e tablet.

Telemis-Medical PACS versione 4.6 offre funzionalità potenziate a 360° tramite nuovi strumenti per l'elaborazione di immagini multiplanari insieme a nuove funzionalità rivoluzionarie per la refertazione delle ecografie. Si tratta di funzionalità che migliorano notevolmente la leggibilità dei risultati diagnostici posizionando dei marker ben visibili sulle schermate. Inoltre, in linea con la filosofia del miglioramento continuo da sempre seguita da Telemis, la più recente versione di Telemis-Medical PACS offre anche due nuove opzioni per fruire della sua piattaforma: TM-ZFP (Telemis-Medical Zero Footprint), che migliora la flessibilità per la consultazione delle immagini diagnostiche all'interno di ospedali o altre strutture sanitarie; e TM-Capture, che supporta la cattura e la condivisione di immagini usando un telefonino o un tablet.

TM-ZFP non richiede l'installazione di alcun software sui computer, tablet o altri terminali usati dai medici e riduce il carico di lavoro necessario per elaborare le immagini sui sistemi esterni. Utilizzata con l'opportuno hardware, la soluzione TM-ZFP permette a radiologi e altri medici di effettuare più diagnosi e osservazioni da una singola console. Il lavoro può essere ottimizzato per qualunque tipo di schermo disponibile, compresi quelli usati tipicamente nelle sale riunioni.

Telemis-Medical PACS versione 4.6 supporta anche le funzionalità complete di un sistema MACS (Multimedia Archiving and Communication System) dando la possibilità di gestire immagini non in formato DICOM tramite TM-Dicomizer e il nuovo prodotto TM-Capture. TM-Dicomizer è una soluzione per integrare all'interno di un PACS le immagini provenienti da dispositivi come gli endoscopi, mentre TM-Capture permette al personale sanitario di fotografare tramite uno smartphone e condividere gli scatti inserendo tag riferibili a specifici pazienti. Questi prodotti addizionali rappresentano un'evoluzione straordinaria per il monitoraggio terapeutico in numerose casistiche che spaziano dalla dermatologia agli interventi di pronto soccorso e in caso di incidente. Con TM-Capture, ad esempio, un medico, un infermiere o un operatore sanitario può identificare il paziente, registrare immagini e video per inviarli direttamente al sistema di archiviazione PACS centrale. Ciò permette di semplificare il controllo dell'evoluzione dei sistemi e offre l'opportunità di ottimizzare le procedure di condivisione interna ed esterna delle informazioni.

L'amministratore delegato (CEO) del Gruppo Telemis, Stephane Ketelaer, ha affermato: "Queste nuove piattaforme non solo garantiscono ai nostri clienti l'aggiornamento tecnologico delle loro soluzioni PACS, ma aprono anche nuove strade per l'utilizzo dei PACS in un più ampio ventaglio di condizioni operative. Fedeli alla nostra missione di 'Estendere la vita umana', le più recenti novità contribuiscono a portare la tecnologia sempre più vicina e al servizio della pratica medica, in modo accessibile per ogni professionista della sanità."

Come negli anni precedenti, Telemis coglie l'occasione della manifestazione JFR per presentare i suoi più recenti prototipi in corso di sviluppo e le tecnologie avanzate sulle quali sta lavorando. I visitatori avranno l'opportunità di condividere le loro opinioni con gli specialisti di Telemis impegnati nella ricerca e sviluppo, discutere dei vantaggi offerti dalle soluzioni presentate e votare per le tecnologie e i prototipi più apprezzati. Telemis inserirà verosimilmente nelle prossime versioni di Telemis-Medical PACS le tecnologie presentate quest'anno che riceveranno il maggior numero di voti durante l'evento.
Ottobre 17, 2014